Benvenuti...

BENVENUTI NEL MIO BLOG e nel mondo delle mie passioni !

martedì 14 agosto 2012

Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato

Allora, premetto dicendo che con i lievitati naturali dolci ancora non ho molta fortuna e non sono molto soddisfatta come invece mi succede con i preparati salati o con il pane; quindi dopo vari tentativi ho provato di nuovo a cimentarmi con un lievitato dolce, per l'appunto l'ennesima treccia per la colazione, utilizzando Lilì.
Ho preso spunto sempre da una ricetta di Aquilottabella di Cookaround  alla quale però ho apportato delle piccole modifiche ed ecco qui il risultato.
TRECCIA DOLCE CON LILI' E GOCCE DI CIOCCOLATA

INGREDIENTI:
Per il poolish:
50 gr di Lilì preso da frigo e tenuto a temperatura ambiente per 1 ora
125 gr di latte a temperatura ambiente
125 gr di farina manitoba
Per l'impasto:
340 gr di farina manitoba
15 gr di fiocchi di patate per il purè
150 gr di zucchero
75 gr di latte tiepido
75 gr di burro fuso
2 tuorli
1 pizzico di sale
2 bustine di vanillina
50 gr di gocce di cioccolato 

La sera preparare il poolish 
frullando con le fruste elettriche prima Lilì con il latte per 2 min
poi aggiungere la farina e frullare di nuovo per 2 min.
Lasciare coperto a lievitare per tutta la notte a temperatura ambiente.
La mattina seguente troverete il poolish pieno di bollicine.
Fare fondere il burro dolcemente e aggiungervi il latte che così si stiepidirà.
Setacciare la farina 
con i fiocchi di patate, lo zucchero, il pizzico di sale e la vanillina.
Preparare l'impasto mettendo Lilì nel cestello della Mdp
aggiungere i tuorli, il latte con il burro fuso
e avviare il programma solo Impasto.
Quando gli ingredienti saranno amalgamati
versare la farina setacciata con gli altri ingredienti secchi
e far formare una palla bella liscia,
aggiungendo un altro pò di farina se serve (a me non è servita).
Alla fine della lavorazione e prima che inizi la lievitazione,
togliere l'impasto dalla Mdp
versarlo su un piano leggermente infarinato,
stenderlo in un rettangolo,
versare le gocce di cioccolato, arrotolare e dividere in 3 parti uguali.
Dare ad ogni pezzo la forma di un cilindro lungo
chiudendo bene le estremità
e formare una treccia.
Mettere la treccia in uno stampo da plum-cake imburrato e infarinato,
coprire lo stampo con pellicola 
e lasciare lievitare al riparo da correnti d'aria per 5 ore o fino al raddoppio.
Preriscaldare il forno al max,
infornare abbassando la temperutura a 200° e cuocere per 10 min.
poi abbassare a 180° e cuocere per 25 min.

Alcune foto:
Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato
servita
Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato:
la fetta e la sua morbidezza
Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato
appena sfornata
Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato
spennellata con latte in superficie
Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato
prima di essere infornata
Treccia dolce con Lilì e gocce di cioccolato
prima della lievitazione

Consiglio per la prossima volta: 
Scaldare il forno a 220°, infornare, abbassare a 200° e cuocere per 10 min. poi abbassare a 180° e cuocere per 20 min. Coprire con un foglio di alluminio se si scurisce troppo la superficie.
Devo studiare meglio la temperatura del mio forno con i lievitati dolci, anche se ho coperto con l'alluminio, se mi attengo ai tempi riportati sulle ricette mi brucia subito i dolci.
L'impasto mi piace molto, proprio la morbidezza che cercavo, il problema sta solo nella crosta che mi si forma tutto intorno al dolce.
Da rifare sicuramente stando attenta alla temperatura del forno!




AGGIORNAMENTO:

Come mi ero ripromessa ho rifatto la treccia ma seguendo la ricetta e la procedura della brioche con zucchero, cannella e lilì http://pucca70.blogspot.it/2012/08/brioche-con-zucchero-cannella-e-lili.html è venuta strepitosa, morbida per 1 settimana... Questo impasto non lo mollo più!!!!
Ed ora 

Alcune foto:
Treccia con Lilì e gocce di cioccolato
con impasto della brioche
appena sfornata
Treccia con Lilì e gocce di cioccolato
con impasto della brioche

Treccia con Lilì e gocce di cioccolata
con impasto della brioche:
l'interno




18 commenti:

  1. La morbidezza che si nota dalla foto è qualcosa di impagabile! Che bravissima seeei! :) Si si, ci proverò! Un abbraccio, ne prendo un pezzo e buon ferragosto cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bon appetit!!! allora... grazie dei complimenti sei sempre molto carina, fammi sapere e buon ferragosto anche a te!

      Elimina
  2. Mi sembra fantastica questa treccia!!!! Se posso chiederti una cosa...io non sono un'amante del cioccolato (XD forse sono l'unica al mondo a cui non piace il cioccolato) quindi vorrei chiederti cosa posso mettere al suo posso, perchè vorrei provare a farla =)
    A proposito ho fatto la tua ricetta quelle con le melanzane ripiene...mamma mia sono piaciute a tutti veramente!!!
    complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao kiara, grazie di essere passata da me e di aver lasciato un tuo commento. per quanto riguarda il ripieno penso tu possa farcirla con quello che ti piace di più. anche io domani riprovo a farla e la farcirò con la mia marmellata di albicocche home made. fammi sapere se ti è piaciuta. Inoltre ho notato che siamo colleghe, di dove sei?

      Elimina
    2. ops, dimenticavo qual'è la ricetta delle melanzane ripiene?

      Elimina
    3. Hey ciao!!! l'ho fatta anche io ma con la marmellata di pesche (in realtà l'ha voluta fare mio padre =) ) , comunque era buonissima veramente!!! io comunque sono di Udine.
      Per la ricetta non la trovo più hihihi

      Elimina
    4. bene, ne sono felice che vi sia piaciuta. se ti fa piacere potresti mandarmi una foto della relizzazione? vorrei postarle sul mio blog grazie

      Elimina
    5. cavoli mi sarebbe piaciuto mandartela ma aimè troppo tardi...MANGIATA!!! =)

      Elimina
  3. Buongiorno!!! Muchas gracias por visitar mi blog,encantada de conocerte.
    Al entrar al tuyo me ha encantado tu "introducción de ti mismo" porque yo soy una apasionada de la cocina,de los olores, de los sabores y uno de mis momentos más gratificantes en ella fué cuando hace casi tres años me adentré en el mundo de las masas, del pan.
    Nunca imaginé que el sentir el tacto suave, fresquito de la masa del pan entre mis manos, el olor que desprende mientras cuece en el horno y se enfría en la rejilla pudiera causarme tanto placer.Quedé enganchada a ese maravilloso mundo y aunque debo confesarte que soy bastante inexperta, intento aprender siempre.
    Tu trenza me parece deliciosa con los copos de patata ( lo tendré en cuenta para mi próximo pan ), la vainilla..y tan esponjosa..!me encanta!
    Estaré al tanto de tus entradas con sumo gusto.
    Baci e buona giornata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi complimento anch'io con te per il tuo blog, ed anche io che non sopportavo gli impasti che appiccicano sulle mani, quando ho provato per la prima volta la sofficità dell'impasto fatto con la pasta madre mi sono detta:" o cavolo ho la seta tra le mani" una sensazione indescrivibile, mi sembrava di stare a massaggiare un corpo delle mie clienti, così morbido e plasmabile sotto le mani... da allora non l'ho più lasciata, baci anche a te

      Elimina
  4. Sembra così soffice! è invitantissimo e nonostante sia -quasi- ora di pranzo lo mangerei volentieri :) Ciao, Norma

    RispondiElimina
  5. si vede che è sofficissima e di certo anche buonissima,ma non so cosè il lilì.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul lilì ho creato un post apposta, è lievito liquido naturale, una pasta madre liquida, in sostanza, ciao

      Elimina
  6. ciao, mi sono assentata per qualche giorno dal blog e al mio ritorno ho scoperto di essere nell' elenco di blog che segui, vorrei ringraziarti e dirti che anch'io ti seguirò, soprattuto perché ho visto che abbiamo una passione in comune: i lievitati!A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per aver ricambiato, a presto

      Elimina
  7. buonissima, la farò sicuramente! mi piace il tuo blog e quindi mi sono iscritta 53, ti va di ricambiare? grazie!

    RispondiElimina